Miloud e la Fondation Parada

Miloud OukiliAveva 20 anni nel 1992, quando scese da un treno alla stazione centrale di Bucarest senza immaginare che l'avrebbe incontrato il proprio destino, che lì sarebbe diventato un punto di riferimento per chi non aveva nulla. Nemmeno il diritto di essere bambino.
In mano lui aveva la valigia piena dei trucchi del mestiere di un clown itinerante, pronto a portare altrove la vita e l'arte. Una valigia che doveva diventare un ponte verso un futuro che non conosceva.
Nelle fogne della città i ragazzi di strada sniffavano l'Aurolac, per le vie di Bucarest incontravano violenza, furti, scippi, elemosina. Abbandonati, violati in famiglia o negli orfanotrofi, picchiati dai più grandi, i "monelli" non hanno altra scelta che organizzarsi in bande... I più giovani cercano la protezione dei maggiori... Le ragazze quella dei capi... Rubano, si prostituiscono e, soprattutto, sniffano la colla...
Ci sono circa 3.000 bambini nelle strade di Bucarest, un centinaio alla settimana oggi entrano in contatto con le attività della Fondation Parada, fondata da Miloud. Per loro c'é il programma "l'Enfant les Arts", una sorta di recupero sociale sotto forma di atelier d'introduzione alle tecniche d'espressione artistiche.
La Fondation Parada nasce ufficialmente a gennaio del 1996, quando ormai da 4 anni Miloud ha scoperto dove lo sta portando la vita. "Io non parlavo la loro lingua - ricorda del suo primo incontro con i ragazzi di Bucarest, che lo avvicinano attirati dai suoi trucchi del mestiere - Ho proposto uno scambio: insegnatemi il rumeno, io vi insegnerò le clownerie". Per chi non ha conosciuto che il linguaggio della violenza, un monociclo, palle e birilli rivelano un mondo magico e inaspettato.
Il clown é lì per ridere di ogni miseria, per seppellire le paure, per spegnere il dolore. Miloud Oukili non é un educatore né un sociologo. E' un saltimbanco, fiero di essere tale. Ha messo in gioco la sua tenerezza, il suo amore per lo spettacolo, il gusto del riso per esorcizzare la paura. Così ha saputo farsi accettare da chi ha alle spalle storie difficili e diverse, ha ricreato con i suoi ragazzi una famiglia, senza orari né obblighi.
Fedele al suo mestiere di clown ha messo su una scuola di arti circensi. "Attraverso lo spettacolo i ragazzi imparano a prendersi in giro, a rispettare gli altri, ad acquisire il senso di responsabilità, a prendere contatto con il mondo esterno - afferma - Hanno un ruolo, quello di divertire il pubblico, e una storia da raccontargli. Lo fanno con abilità e destrezza, con la capacità dei veri artisti.
Gli adulti che un tempo li respingevano a calci ora li applaudono. Forse diventeranno artisti professionisti, un giorno. Lavorano per questo. Con loro e per loro, a Miloud si affiancano educatori e artisti professionali. "Utilizziamo la cultura - spiega il clown francese - per aiutare questi ragazzi a diventare degli adulti che non saranno degli esclusi."
Qualcuno ha trovato un lavoro, tutti imparano a leggere e scrivere, a parlare una lingua meno essenziale di quella della strada, imparano a dare, a capire che tutto si guadagna, che bisogna lavorare per vivere. Che si può vivere... e ridere... e suscitare un sorriso. Clown del mondo nel circo della vita.
Parada
Parada Italia
Molino delle Armi 19, 20123 Milano
Tel. e Fax 02.58441518 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Sito web: www.parada.it

 

Libera Università di Alcatraz

Libera Università di Alcatraz, la tua vacanza in Umbria

 

Link amici

Alcatraz
Libera Università di Alcatraz: vieni in Umbria a divertirti un mondo e a mangiare da Dio!


Jacopo Fo
Il Blog di Jacopo Fo


Commercio etico
Prodotti ecologici, biologici, etici, gruppi d'acquisto, libri, dvd, pannelli solari, energia rinnovabile...

Cacao online
Cacao, il quotidiano delle buone notizie comiche


Yoga demenziale
Il mondo ha bisogno di coccole, non di guru!


Ridere.it
Vignette, racconti, poesie, fotomontaggi, barzellette, video comici... per ridere insieme!

Cerca nel sito


Banner
Banner
- mappa del sito -