Antonietta al Gay Pride

Salute al mondo!
Questa settimana lascio la parola ad ANTONIETTA!

Chi è Antonietta? la mitica, fatale, coinvolgente e buffonesca Antonietta, il partito dei Claun, che, vincendo la propria proverbiale pigrizia, ha con entusiasmo partecipato alla manifestazione romana del "World Pride" (questo il nome ufficiale, quello ufficioso, molto più impattante, è "Gay Pride") di sabato 8 luglio.

Perché Antonietta qui? perché nei vari resoconti che Antonietta ha pubblicato e pubblicherà nel suo Link ovviamente si parla anche di ... "amore ed emozione"!

Antonietta, il partito dei Claun, deve fare autocritica. Ha disatteso lo spirito che informa il partito più  pigro e claunesco che si conosca e sabato 8 luglio ha persino debuttato in società! In una Roma magica, piena di colori suoni e amore, fra musica e sole, carri e bandiere, dolci provocazioni e migliaia di sorrisi, dietro lo striscione "Antonietta" sfilava anche un allegro drappello di "Nasi Rossi e cravatte variopinte". Piccolo spettacolo nel grande spettacolo!

Anzitutto una conferma di ciò che Ivan, mitico Presidente del partito, ci aveva sempre raccontato: il mondo gay è certamente molto più variegato di quello etero! C'erano quelli in moto, vestiti con i giubbotti in pelle, capelli rasati e borchie varie. Settanta moto davanti al corteo. C'erano i trans della Colombia o del Messico. Bellissime donne con costumi improponibili, seni meravigliosi, labbra carnose, trucchi sfolgoranti rimasti intatti, malgrado il sole implacabile, fino a sera. Enormi e pesanti parrucche, acconciature piene di strass e di piume di struzzo che ornavano visi ancora freschi come rose dopo ore di sfilata. C'erano i "femminielli", ragazzi di strada poveri con le gambe depilate, short inguinali e barba malrasata, corpi maschili in pose e movenze femminili. E poi un gruppo di ragazzi vestiti con giacca e cravatta, elegantissimi e formalissimi con piccoli cartellini sul bavero che dicevano: "Sono il tuo commercialista", "Sono il tuo avvocato", "Sono il tuo consulente finanziario" e così via. E poi decine, centinaia, migliaia di gay e lesbiche che non potevi riconoscere se non perché, finalmente, tenevano per mano il loro amore e ogni tanto si fermavano a baciarlo. E ancora: migliaia di persone "normali", a dimostrazione del fatto che non è importante con chi tu vada a letto per essere simpatico, antipatico, bello, brutto, intelligente o stronzo...

Che giornata e che grande allegria tutt'intorno! E' stata una manifestazione gioiosa, senza slogan o discorsi seri... tutto era gioco, i cartelli, gli striscioni, le stesse magliette che la gente indossava erano una serie di battute una più divertente dell'altra ("visti da vicino siamo tutti un po' diversi", "se non passeremo alla storia, passeremo alla geografia", e decine di altri).

Antonietta è stata corteggiata, fotografata, filmata e persino intervistata per il tramite della meravigliosa Federica, ormai portavoce ufficiale del partito dei Claun: "che messaggio volete portare alla società?" Acc... mille le risposte che Federica avrebbe voluto dire per tutti noi e che hanno affollato la nostra mente! Abbiamo riso e fatto ridere per dire a tutti di svegliarsi e guardare da vicino: da lontano con gli occhi semichiusi si vedevano gay, lesbiche, travestiti, culi e tette... ma da vicino, guardando meglio e guardando negli occhi di ciascuno vedevamo persone, ognuna con i suoi sentimenti, ognuna con le sue emozioni e le sue paure, ognuna con la sua necessità di amare ed essere amato. Ci hanno colpito molto anche i trans e i "femminielli": abbiamo visto la sofferenza in quegli sguardi che finalmente uscivano dalla clandestinità, abbiamo notato i volti segnati dalla sofferenza della trasformazione, abbiamo letto il dolore e la violenza di corpi martoriati da cure ormonali e interventi chirurgici... Ciò che una fugace apparizione televisiva può far apparire come "patetico", lì veniva capito, vissuto, condiviso in modo del tutto nuovo e coinvolgente.

Guardare oltre... Queste riflessioni non hanno però mai impedito di assaporare quello stupendo clima di festa, di sorrisi, di condivisione, di espressione libera di se stessi... un modo a volte per noi strano... ma sicuramente più colorato, estroso, fantasioso, ricco... per giocare con il proprio corpo, mostrarlo, esaltarlo... e molti erano veramente bei corpi... quasi statuari per l'imponenza e la levigatezza delle forme... insomma veramente belli da vedere !!

E poi ancora la gente piu' comune, i ragazzi semplici che si amano e si tengono finalmente per mano... forse molti lo facevano proprio sabato per la prima volta davanti a tutti... Un'ultima nota folcloristica: grande scandalo e coro di proteste ha suscitato una coppia etero ("diversa"!!!) che in un momento di debolezza si è lasciata andare a un abbraccio e a un dolce bacio sulla bocca...

In conclusione: una grande, fortissima emozione per tutti noi essere lì, orgogliosi di poter dire: io c'ero! (perché, come ha detto Jacopo, non è che noi Claun siamo gay... è che quando ci innamoriamo facciamo confusione poi non sappiamo con chi finiamo a letto!)
ClaunGabri, ClaunFede e ClaunTutti

Grazie, Antonietta!

Un abbraccio a tutti da Venere

 

Libera Università di Alcatraz

Libera Università di Alcatraz, la tua vacanza in Umbria

 

Link amici

Alcatraz
Libera Università di Alcatraz: vieni in Umbria a divertirti un mondo e a mangiare da Dio!


Jacopo Fo
Il Blog di Jacopo Fo


Commercio etico
Prodotti ecologici, biologici, etici, gruppi d'acquisto, libri, dvd, pannelli solari, energia rinnovabile...

Cacao online
Cacao, il quotidiano delle buone notizie comiche


Yoga demenziale
Il mondo ha bisogno di coccole, non di guru!


Ridere.it
Vignette, racconti, poesie, fotomontaggi, barzellette, video comici... per ridere insieme!

Cerca nel sito


Banner
Banner
- mappa del sito -